L’idea differenziante

prima grande regola del business

 

Perché un potenziale cliente dovrebbe sceglierti, perché proprio te e il tuo prodotto/servizio?

Nella patria del business, negli Stati Uniti questa domanda risuona ogni volta che un imprenditore discute di business, mentre in Italia, oggi, sembra che a nessuno importi, e sia senza significato.

Te lo sei mai chiesto seriamente?

Se la risposta è NO, continua a leggere tutto l’articolo perché troverai tante idee che potrebbero aiutarti e far decollare il tuo business.

Prima di continuare, fermati un’attimo, pensa alla risposta e scrivila su un foglio di carta.

La risposta che hai scritto è sufficiente a convincere qualcuno a comprare il tuo prodotto/servizio proprio da te?

Se stai pensando e hai scritto che il motivo principale sia la qualità allora sei completamente fuori strada, per il semplice motivo che nessuno dice il contrario, tutti dicono che il loro prodotto/servizio è di qualità, neanche chi vende prodotti low cost dice che il suo prodotto è scadente, tutti dicono:

  • Qualità al giusto prezzo! (Giusto? Questa è una banalità non scriverla mai!)
  • Qualità garantita! (Anche questa cosa non scriverla mai la garanzia è scontata, quale prodotto viene venduto senza garanzia.)
  • Prezzi bassi, qualità altissima! (Le due cose possono stare insieme, soprattutto in Italia!)
  • I nostri prodotti sono Made in Italy e garantiti (Scopri poi che vengono prodotti in paesi del terzo mondo con materiali scadenti per poi etichettarli in Italia)

Quindi queste frasi non sono mai un’idea differenziante, anzi sono scontate e banali, ti mettono allo stesso livello di tutti gli altri, altro che idea differenziante, è un’idea da generalista puro.

Se, poi, la qualità del tuo prodotto/servizio è davvero eccezionale lascia che lo dicano gli altri e siano loro a renderlo pubblico, citali invece come testimonial.

Quando parliamo di idea differenziante, parliamo di concetti concreti e non banali e scontati, vediamo alcuni esempi:

  1. Soddisfatti o rimborsati. Non ci riferiamo a prodotti di poco valore ma invece ad prodotti con un valore alto, dobbiamo infondere al possibile cliente fiducia, che specialmente se non ci conosce non ha.
  2. Assistenza con tempi di risposta massimo entro X ore. Garantire un’assistenza con tempi di risposta celeri, soprattutto in quei business dove la continuità nell’uso del tuo prodotto sono importantissime, esempio software gestionali o di progettazione.
  3. Offrire un plus collegato al prodotto/servizio. Aggiungere un servizio, un altro prodotto o entrambi, al prodotto/servizio principale, in modo che non possa confrontarlo con nessun’altro.
  4. Innovazione. Avere sempre nuovi prodotti/articoli da offrire al possibile cliente.
  5. Una certificazione molto complicata da ottenere
  6. Prodotti totalmente rintracciabili
  7. Offrire, attraverso una serie di articoli che pubblicheremo sul blog, nuove idee e ragionamenti, in maniera che i clienti e i potenziali clienti ci riconoscano e siano incentivati ad acquistare i nostri prodotti/servizi.
  8. Per un’agenzia di viaggi: specializzarsi in viaggi all’estero, offrendo servizi compresi nel prezzo come:
    a) visti
    b) pratiche burocratiche
    c) cambio in valuta
    d) nomi e cellulari di persone in loco da contattare
    e) itinerari e altri simili servizi.
  9. Uno slogan del tipo: “I primi xx prodotti te li offriamo noi”.
    Questo esempio può valere per un bar.

Una volta trovata l’idea differenziante, hai già fatto metà del lavoro, hai messo la basi per poter continuare, l’altra metà si chiama comunicazione e web marketing.

È inutile avere il miglior prodotto/servizio del mondo se poi non lo si comunica nel modo corretto o se la percezione nelle persone è diversa da quella che vogliamo dare. il potenziale cliente, lo stesso prodotto/servizio lo può comprare in centinaia posti diversi, sia ON che OFF line.

E allora? Come fai a far si che le persone di preferiscano rispetto ai tuoi concorrenti?

La maggior parte delle aziende oggi, vivono sul passaparola, sarà così ancora per molto tempo, anzi, i testimonial, come abbiamo detto, sono ancora importantissimi,

se una persona di cui si ha stima e fiducia, ci consiglia qualcuno o qualcosa di cui ho bisogno, sicuramente seguirò il suo consiglio.

Comunque, appena dopo che la persona di fiducia ci ha consigliato, andiamo su internet per vedere se anche altri né parlano bene e sono soddisfatti e per capire se c’è qualcosa che ci faccia decidere di acquistare proprio da quella ditta.

L’80% delle decisioni di acquisto, oggi, vengono prese dalle testimonianze delle persone che scrivono le recensioni sui vari blog, forum e social, non siamo solo noi a sostenere che prima di acquistare chiunque si informa sul web, e un recente studio lo dimostra.

PEW RESEARCH (http://www.pewresearch.org/), un istituto di ricerca americano, ha messo in evidenza alcuni dati che non lasciano dubbi:

  • L’82% (più di 4 persone su 5) dei cittadini americani legge le notizie sul computer
  • Il 54% di queste notizie le acquisisce tramite i dispositivi mobili (smartphone e tablet).

Anche se in Italia i numeri sono inferiori, ricordiamoci che gli americani sono il nostro “presente” tra qualche anno:

  • Il 36% cerca notizie sul web tramite i quotidiani online. Forse anche tu hai nei tuoi link qualche quotidiano che preferisci.
  • Il 22% degli italiani si informa attraverso le ricerche su Google
  • L’8%, si informa attraverso i social network: sfruttando le notizie condivise dai propri amici o cercandole direttamente.

Per esempio: nella nostra città ci sono molte aziende che producono mobili, come fai a scegliere? Chiederai a qualche amico o famigliare un consiglio ma poi?

Anche tu vai a informarti sul web, cercando, le aziende che ti hanno consigliato, andrai a vedere che materiali usano, che differenze ci sono tra essenza ed essenza, il tipo di verniciatura.

La metà delle persone oggi in italia agisce così, naviga su internet alla ricerca di informazioni, tra pochissimi anni probabilmente lo faranno quasi tutti.

Allora ricordati questo:

IDEA DIFFERENZIANTE + COMUNICAZIONE = FATTURATO

Se l’articolo ti è piaciuto scrivi un commento, non costa nulla, saremo felici di poterti rispondere.

Site created by Prisma Informatica 1984-2019
Share This